venerdì 17 maggio 2013

LA BOLDRINI E IL PICCONE


Crediamo che ormai, carissimi lettori, sappiate tutti cos’è accaduto a Milano in questi giorni.
Parliamo dell’omicidio di Daniele Carella e Alessandro Carolè avvenuto per mano di Adam Kabobo meglio noto come il killer del piccone.
Mentre Kabobo invoca l’infermità mentale dicendo di aver sentito le voci (lui sente le voci, non per essere sarcastici, allora anche Ted Bundy o Donato Bilancia potevano essere risparmiati visto che le voci le sentivano anche loro) stanno intervenendo esperti e politici in merito all’accaduto (sì, la solita bagarre italiana che gira intorno a ogni omicidio e fa tanta audience) se ne esce fuori la neopresidente della Camera Laura Boldrini dicendo:
«È importante che il dolore non diventi odio la persona che ha ucciso, se ha ucciso, verrà condannata per il reato che ha commesso, non più o meno a seconda della sua condizione». (Repubblica)
Prima di commentare questa frase, vorremmo spiegarvi meglio chi è la Boldrini. Ricordate il suicidio degli anziani senza pensione e lavoro avvenuto pochi mesi fa a Civitanova Marche? Ecco, lei era la sindacalista che disse non è colpa del Governo se il paese è senza lavoro, non abbiamo questa responsabilità. (Il Post)


Ora che è ben chiaro quale mente eccelsa abbiamo davanti (e qui si capisce anche perché i sindacati sono falliti) parliamo della frase detta in merito a Kabobo.
Che il dolore non diventi odio è la solita frase fatta, lo slogan preferito di “Nessuno tocchi Caino” e il messaggio che arriva è: chissenefrega se due persone sono state uccise, pensiamo a preservare l’assassino.
La persona che ha ucciso, se ha ucciso: carissima Boldrini, forse tu stavi pensando che Kabobo si stava facendo una sega col piccone ma in realtà stava ammazzando una persona (l’altra vittima invece è stata uccisa con una spranga, oltre ad assassino è anche un creativo) quindi se non sai cosa dire, taci.
Verrà condannata per il reato che ha commesso, non più o meno a seconda della sua condizione: benissimo, un’altra persona che non vedrà mai il carcere. Come hanno scritto sui giornali, ecco un altro criminale parassita che manterremo a vita, perché di criminale parassita si tratta.

Basta con la retorica del italiani razzisti: nessuno condanna l’intera comunità africana che vive più o meno legalmente sul nostro suolo, stiamo invece condannando Kabobo, un uomo che consapevolmente ha ucciso due persone, ne ha ferite altre e ora invoca l’infermità mentale.
Che Kabobo fosse pericoloso si sapeva, era già stato segnalato a Foggia, allora perché nessuno l’ha rimandato indietro?
Per troppo buonismo ora due vite sono state spezzate, complimenti alle autorità.


E giusto per restare in tema, parliamo un po’ della Boldrini. Precusore dei tempi, aveva studiato alla scuola di Minetti e co. prima ancora che queste “grandi donne” scegliessero la strada della politica (ovvero da sotto la scrivania a sopra la scrivania) e ora è stata eletta Presidente della Camera.
Da chi?
Da Letta, eletto a sua volta da Napolitano che per la seconda volta ha creato un governo non voluto e non votato dagli Italiani.

Ne esce così un bellissimo quadro: il popolo italiano non ha più voce in capitolo in politica e non ne ha nemmeno per quanto riguarda la giustizia, visto che deve anche avere comprensione per le persone che ammazzano i suoi compaesani.
Ma niente, niente, oltre a continuare a darvi il culo cosa dobbiamo fare ancora?


14 commenti:

  1. Con questa signora secondo me abbiamo toccato il fondo...e queste ultime esternazioni sono la ciliegina sulla torta. Ogni volta che perla perde un'occasione per dimostrarsi intelligente tacendo.

    Non so cosa gli italiani devono ancora sopportare, non so fino a quando avranno voglia di sopportare, può darsi che riusciamo a sopravvivere ancora, in fondo gli italiani, si sono sempre dimostrati forti quando è stato necessario...ma che almeno ci vengano risparmiate le chiacchiere da salotto buono della signora che ci dice : " La persona che ha ucciso, se ha ucciso " ma se cosa? Ma non si vergogna? ma Possibile che nessuno, tra chi le è vicino, è capace di dirle di stare zitta?

    Scusate lo sfogo, ma proprio non la sopporto e ogni giorno si rivela peggio di quello che pensavo.

    Un abbraccio...e beate voi jene che vivete tra gli animali!
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la vita fra gli animali è decisamente migliore, per lo meno siamo tutti uguali di fronte a Madre Natura.
      Il tuo sfogo è giusto, anche noi osservando l'Italia ci chiediamo quanto ancora si potrà andare avanti e on c'è nulla di buono all'orizzonte.
      Proponiamo per la Boldrini un bel bavaglio!
      Un abbraccio zamposo

      Elimina
    2. Antonella hai espresso perfettamente il pensiero di tanti Italiani,mi viene il disgusto a sentir certe cose e poi ancor di piu'se dette dalla presidente della camera.Ogni volta che questa apre bocca dice qualche stupidata e per lo piu'senza senso.
      E per voi amici Jene un abbraccio zamposo!!

      Elimina
    3. Grazie Anonimo, se vorrai unirti ai lettori del nostro blog ci farai un grande piacere, intanto di inviamo un grande abbraccio zamposo!

      Elimina
  2. Ciao Jene,
    sul governo Letta dico solo che non mi piace per nulla. Poi in politica io vorrei delle donne con la D, intelligenti, capaci, con un cuore e non delle parassite stupide ed oche. Per quanto riguarda la Boldrini,dico solo "complimenti, bella figura di cacca".
    Per quanto riguarda l'assassino, voi mi conoscete ormai e sapete con non sono razzista, classista ecc... e che non sono per nulla una persona cattiva, ma quando sento certe cose pendo che alla fine la sedia elettrica non è una cattiva cosa. In Italia tutti fanno ciò che vogliono proprio perchè sanno che la legge non è uguale per tutti e non condanna mai nel modo giusto, quindi credo che serva a tutti una lezione, quelle persone sono morte e la cosa peggiore è che non vi era un motivo. Nessuno ridarà quelle persone ai loro cari e loro non potranno più avverare i loro sogni per colpa di uno che si stava annoiando e ha deciso di giocare ad picconate.
    Un abbraccio e scusatemi come sempre, ma queste cose mi fanno infervorare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No infatti, siamo d'accordo con te: una giustizia più severa è quello che serve in questo paese, ci devono essere pene che colpiscono tutti indifferentemente dal ceto sociale, punendo il crimine che viene commesso.
      Insomma, sembra che tutti vogliano proteggere Caino, e questo fa incazzare.
      Sul governo Letta anche noi siamo d'accordo con te, non parliamo poi delle quote rosa che fanno pena...
      Un abbraccio zamposo

      Elimina
  3. Persone come la Boldrini dovrebbero tacere quando avvengono certe cose e riflettere un momento.
    LO Stato doveva rimandare Kabobo a casa subito, ora è facile parlare e dire "bisogna fare così, bisogna fare cosà" ma intanto due ragazzi sono morti...
    Per il resto condivido, nemmeno io approvo questo governo.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stato come sempre interviene soltanto quando è tardi.
      Un abbraccio zamposo

      Elimina
  4. Ora basta con questo buonismo del cazzo. Gli italiani sono stati un popolo di migratori ma quando arrivavano in terra straniera venivano trattati come animali, ora se uno dice che è contrario all'ingresso illegale di tutti questi stranieri che per la maggior parte sono delinquenti viene tacciato di razzismo... Razzismo un paio di cazzi, questi signori nel nostro paese hanno solo diritti mentre noi italiani abbiamo solo doveri... Il signor Kobobo che sente le voci ha ucciso a picconate un ragazzo di vent'anni, si è accanito su di lui con tanta ferocia da spaccare il manico del piccone e la "signora" Boldrini mette in dubbio la colpevolezza di quest'individuo... VERGOGNA Boldrini, sei fasulla come è fasullo questo governo incostituzionale voluto da Napolitano ma non dal popolo ANDATEVENE A CASA TUTTI!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possiamo solo applaudire questo commento, hai espresso tutto il nostro Jena pensiero!
      Un abbraccio zamposo

      Elimina
  5. E' un argomento certo non da riderci sopra questo trattato care Jene mie, ma l'unica cosa convincente e che la dice lunga...è la foto che avete inserito in fondo al post!
    Troppo bella ...ma dove l'avete trovata? Prede di caccia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sono prede della nostra caccia,
      un abbraccio

      Elimina
  6. La Boldrini è la manifestazione esplicita dell'ignoranza che governa il nostro Paese. Oltre a vergognarci ed indignarci dovremmo avere la possibilità di impedire che certi IMBECILLI occupino cariche importanti e poi.......BASTA....ma vogliamo occuparci seriamente degli italiani? Io che, un tempo, sostenevo la soliderietà, l'aiuto, la disponibilità verso gli altri popoli, ora CHIUDEREI le frontiere; ognuno si tenga a casa propria i propri delinquenti (perchè di questo stiamo parlando). Ora è Kobobo, domani una rapina da parte dei rumeni, poi qualche moschea al posto di una Chiesa. RABBIA E PAURA

    Gloria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo del tuo stesso pensiero, un conto è dare un'opportunità a chi vuole farsi una vita e trovare un lavoro, un conto è aprire le porte a dei criminali...
      Un abbraccio zamposo

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...