giovedì 29 novembre 2012

QUELLI CHE VI FANNO...


Avete mai incontrato quelli che vi fanno… Girare le girandole, chiederete?
No lettori cari, oggi parliamo di un altro genere di persone.
Mai accaduto di fare un discorso con individui che vi provocano un’infinita tenerezza?
Ma che genere di persone sono?
Non sono dei teneri coccoloni, né dei Peter Pan vicini all’età della pensione, sono persone adulte dotate delle tre “I” (non quelle del Silvio!):

-ignoranza vastissima, in confronto un buco nero è già qualcosa;
-ironia pari a quella di un carciofo;
-io estremamente smisurato, anzi un super io, forse in comparazione con l’intelligenza mancante.

Sono quelle persone...
-con cui cercate di fare un discorso serio e se ne escono con battute che capiscono solo loro
-con le quali si è sempre sicuri di fare una brutta figura
-che affrontano le situazioni della vita come un bambino delle scuole primarie
-che si prendono eccessivamente sul serio
-che prima sostengono una cosa e poi affermano non è vero, questo l’hai detto tu!
-che fanno la voce grossa solo se sono appoggiati da qualcuno, o solo con persone più piccole di loro, ma con i loro pari non sono capaci di confrontarsi
-che credono di aver sempre ragione
-che mentre il mondo gira in un modo, si incazzano perché non gira come vogliono
-che cercano di rovesciare qualsiasi situazione a loro vantaggio
-che si riempiono la vita di futilità

Quando noi Jene, nel web o fuori dal web, incontriamo queste persone proviamo un’immensa tenerezza.
Spesso sono individui che ci insultano, che ci disprezzano e noi non possiamo fare a meno di sorridere della loro immensa tristezza.
Il loro super io (o super ego, come preferite) è talmente smisurato che non comprendono quanto la loro esistenza sia grama, vuota, riempita solo di cose effimere che prima o poi svaniranno e la loro rabbia è segno di quanto siano grette e piccole.
Per questo proviamo tenerezza, le compatiamo: che altro si potrebbe fare?



13 commenti:

  1. Alcuni di questi patetici individui sono miei studenti... ego smisurato, ignoranza abissale, presunzione da vendere.
    Buona giornata
    Oceano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sappiamo, è il motivo per cui noi Jene odiamo la gioventù. Si dovrebbe tornare alla frusta e al lavoro duro, così forse abbasserebbero la cresta.

      Elimina
  2. Le girandole mi sono diventate così grosse da calpestarle, sembro il fratello di Tafazzi!
    Mario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mario, cerca di tenere duro e di rilassarti appena puoi.
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Certo che ne conosco di persone così, finalmente ho capito cos'è il sentimento che provo: è vero, fanno pena!
    Ma d'altronde cosa si può fare, non migliorano...

    RispondiElimina
  4. Scommetto che si tratta dei soliti Paolo Bitta e Luca Nervi del web. Luca e Paolo prendetevi meno sul serio, la vita è così breve non vorrei che stanotte, sapete com'è gli accidenti che avete augurato alle Jene potrebbero tornarvi indietro...
    Lunga vita e tanta gioia!
    Lupo Cattivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto centro fratello. Ma quando pensi di tornare all'ovile?

      Elimina
  5. Eh purtroppo tutti ne conosciamo qualcuno, sono persone tristissime, con vite tristissime, senza un filo nè di ironia nè di autoironia...sì, avete ragione, alla fine fanno tenerezza.
    Ciao, buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fanno tanta tenerezza...
      Un saluto

      Elimina
  6. Sì anche io come Antonella ho conosciuto tante persone vuote che provocano tenerezza: ormai se le incontro mi limito a sorridere prima di passare oltre, di più non si può fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per forza, altrimenti si rischia di abbassarsi al loro lovello. Sempre meglio un bel sorriso!

      Elimina
  7. il mondo e' pieno di, scusami se uso un termine poco edificante, io li chiamo semplicemente:'coglioni'
    buona giornata
    ciao

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...