martedì 8 marzo 2011

Noi le donne noi

Oggi le Jene vogliono ricordare tutte le donne del mondo, anche se a onor del vero la Festa delle Donne dovrebbe essere ogni giorno, perchè una donna non dev'essere presa in considerazione solo l'8 Marzo, magari con un mazzetto di mimose, ma dovrebbe essere sempre amata, stimata e considerata proprio perchè donna.
Le origini della festa dell'8 Marzo risalgono al 1908, quando, pochi giorni prima di questa data, a New York, le operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all'interno morirono arse dalle fiamme. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia.
Ma cosa significa oggi l'8 Marzo? Difficile a dirsi visto che si è trasformata in una festa a carattere commerciale, fatta di feste nei locali, striptease maschili e cocktail superalcolici.
Sembrerebbe che si sia perso il significato di questa importante giornata, invece, forse proprio grazie alla crisi che ha colpito il nostro paese, la festa sta riacquistando il suo vero significato: quest'anno in molte piazze d'Italia le donne manifesteranno per parlare di temi forti come l'evoluzione della famiglia, la precarietà del lavoro femminile, la violenza sulle donne, la malattia, l'omosessualità, la scuola e la politica, con l'obiettivo di trovare una strada comune da seguire per cambiare il paese e migliorare la condizione della donna.

Per tutte le donne, grandi e piccole, per quelle che si prendono per mano per camminare insieme, per chi non può più sorridere, per chi non ha più lacrime da piangere, per chi ha il cuore distrutto ma ha ancora un cuore che batte, per tutte voi meravigliose creature auguri, auguri e auguri.
Perchè grazie a voi questo mondo è un mondo migliore.




Noi
le donne noi
il sesso fragile che poi
da
la vita da
a chi anche un poco l’amerà

Ma tu cosa ne sai
leggere non puoi
l’angoscia che ho qui in fondo al cuore…

E' facile per te,
per chi pensa solo a sé,
non curarsi di chi ha intorno
non soffrire per gli altri, non morire…

Noi
le donne noi
a volte angeli, lo sai
ma
che prezzo ha,
quanto ci costa
chi è donna sa…

Quando stanca sei,
farti bella e poi
uscir cercando d’esser divertente
è difficile lo sai
immedesimarmi in te
non vedere l’altra gente
non ingelosirti, per non ferirti

Noi, le donne noi
il sesso fragile che poi
da’
la vita da’
a chi anche un poco l’amerà

Noi
le donne noi
a volte angeli lo sai
ma che prezzo ha
poi quanto costa
chi è donna sa

Nascondere la gelosia
la paura mia
dicendo che son tua
pensare di andar via
e restare qui
per un gesto mio d’amore

Noi
le donne noi
a volte angeli, lo sai
ma
che prezzo ha,
quanto ci costa
chi è donna sa…

(Ornella Vanoni)

1 commento:

  1. Bravissime Jene, questo post dedicato alle Donne in generale è meritatissimo, e se anche con qualche giorno di ritardo [ xD ] vi auguoro anche a voi una bellissima festa delle donna, e come avete detto giustamente voi -->" una donna non dev'essere presa in considerazione solo l'8 Marzo, magari con un mazzetto di mimose, ma dovrebbe essere sempre amata, stimata e considerata proprio perchè donna." anche io con le mie poesie ho cercato di raccontare le donne, anzi meglio ancora le future donne . . . le ragazze di oggi ma non è mai un'impresa facile anche perchè voi donne siete imprevedibili, ma allo stesso tempo siete angeli scesi dal cielo per completarci !!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...